….per scendere a gradini la tua assenza

Alda Merini scriveva”ci sono giorni che non si staccano dalle pareti”

E ci sono pareti, certi giorni, che non la smettono di  raccontare. Tele bianche, su cui scorrono mattini di sole e di pioggia e di vento, mani che cercano contorni di corpi tra le lenzuola, baci dati in fretta tra yogurt e tazzine di caffè,  parole perdute  tra lampi di sorrisi e sguardi imbronciati  “ lo compri tu il pane?” e  cravatte  tra le  mani,  mentre chiedi “ questa o… questa?”  Iraida

Indicibile

Per dimenticare quello che non sei
dovrei imparare la frase che è di tutti:
è morto, siamo vivi.
Ma lo crede soltanto chi ripete
un rosario terreno. Io non posso.
Prendo questa luce domestica, la piego
ne faccio sedie e scale
per scendere a gradini la tua assenza.
Per non dimenticare che non sei
prendo un cucchiaio da minestra
scavo sulla tua tomba
di nascosto con la tua terra
concimo una lattuga.

Antonella Anedda

 

Annunci

8 responses to “….per scendere a gradini la tua assenza

  • germogliare

    tenerezza tutta. dolore per dolcezze che non si lasciano più afferrare ma sono sempre lì, non svaniranno mai.

    Mi piace

  • annavercors

    Ho appena finito di leggere “Fine di una storia” di Graham Greene e mi è venuto in mente questo tuo post. Ci sono dei punti in cui il dolore per l’assenza dell’amato si fa spasmodica e profondamente e dolorosamente vera… Se vuoi, puoi venire a leggere le mie impressioni.
    Ho letto stamattina che Dostojeski affermava che solo gli uomini grandi sanno provare la grande tristezza….
    Siamo destinati ad essere in quella categoria di persone!
    Un abbraccio

    Mi piace

    • iraida2

      Di Graham Greene, molti anni fà, lessi “Il potere e la gloria”. Una vicenda drammatica che mi turbò per il travaglio fisico ed interiore del protagonista, questo prete così lontano da Dio, alla fine riesce a fare delle sue debolezze il punto di forza per morire con dignità.Molto toccante!
      La tristezza? è un lusso che non posso permettermi.
      Ricambio l’abbraccio.

      Mi piace

      • annavercors

        “Il potere e la gloria” è uno dei libri più belli che ho letto! perché mostra la stupidità del moralismo e difende potentemente la nostra umana fragilità. Ma mi è venuta la voglia di rileggerlo! sicuramente ci scoprirò qualcosa di nuovo!

        Mi piace

      • iraida2

        …o meglio, posso permettermi solo qui tra queste parole scritte. La vita di tutti i giorni ha altre necessità.

        Mi piace

      • annavercors

        L’importante è vivere intensamente il presente… e le necessità, spesso sgradevoli (ne so qualcosa! ma forse ti chiederò consiglio visto che mi pari un’insegnante!posso? magari tramite mail) fanno parte di noi e possono aiutarci acrescere in autocoscienza!

        Mi piace

  • ulysses lorenzetti

    L’essenza di Dio
    L ‘”essenza di Dio” è composto da ” SPAZIO FISICOU DI UNIVERSO ” occupato da una “intelligenza” il più alto grado di perfezione, per dare origine nel tempo e nello spazio, tutte le forme di “ENERGIA”, jogging, dall’atomo, con le sue dimensioni strutture infinitesimali, fino a che tutti i corpi celesti che compongono il cosmo, e in perfetta armonia ed equilibrio nei loro movimenti, e la purezza dei loro sentimenti di “amore” che consiste di “misericordia”, “giustizia” e “MISERICORDIA”, ci dà l’esistenza della vita

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: