Ecco l’autunno di puttane e mendicanti…

tumblr_madiq6z9wm1retp6xo1_500

Ecco l’autunno di puttane e mendicanti.
Nei parchi gli amanti tremano
come se fosse la notte che venisse
a separare le loro mani intrecciate.
Ecco l’autunno degli esseri senza riparo,
delle foglie gialle che si spagliano
nei freddi viali, ecco il vento
che taglia il giorno come un coltello.
Ecco l’autunno assassino negli incroci,
con il suo lento avanzare e la nebbia
che uccide vecchi e cani annoiati.
Ecco l’autunno finale che chiude tutto.
Dopo verrà la morte, e il labbro muto
porterà via, in segreto, le stagioni.

Lêdo Ivo. Maceió, 18 febbraio 1924 – Siviglia, 23 dicembre 2012
Da Illuminazioni trad. Lucia de Oliveira.


2 responses to “Ecco l’autunno di puttane e mendicanti…

  • iraida2

    Chiunque legga una poesia, lo fa portando con sè la sua vita, le sue inclinazioni, il suo carattere. E così avviene che, sebbene tutti leggano la stessa cosa, ognuno legge qualcosa di diverso.
    Premesso che l’autunno è la mia stagione preferita, questa poesia, per esempio, per me non ha nulla di triste: mi ricorda un autunno a Parigi, il profumo intenso delle foglie bagnate del bosco di Vincennes, dove le coppiette si stringevano per il freddo……mi ricorda un periodo felice della mia vita.
    Buona serata.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: