Alice

P1010090
Mi son distratto più di vent’anni
e lei è cresciuta.
Non c’è più il monte fatto di sabbia
il mare è andato
a farsi un giro in terra dell’India
o chissà dove.
Mi sono perso dietro a un’informazione errata
al mondo fatto a rate, marcito su in soffitta.
Adesso mi ricordo soltanto le sue mani
la spiaggia era un giardino di pesci
e noi aggiustati, un po’ alla bell’e meglio
su asciugamani gialli.
Dev’essere successo dopo mangiato bene
dopo il bicchiere ultimo, il bianco
quello buono.
Passito, o come cazzo si chiama.
Ho perso il meglio
mancando di portarla alle giostre
ed osservarla, nella sua fissità di bambina
gioia acerba.
La presunzione delle peggiori
essere eterni.

Massimo Botturi
da: http://massimobotturi.wordpress.com/

Annunci

17 responses to “Alice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: