Un uomo piccolo e schivo, un gigante di umanità ed onestà intellettuale che non dimenticherò mai.

berlinguer
Fine anni settanta in un piccolo paese, come ce ne sono tanti in Italia. Si inaugurava la nuova Casa del Popolo. Io ero là con la mia copia dell’Unità e l’entusiasmo che a diciotto anni si ha di cambiare il mondo. Gli porsi il giornale e gli dissi ” Enrico, scrivi il tuo nome”
Si avvicinò a me e agli altri e, mentre distratto lasciava sgorbi qua e là, chiedeva di continuo a ognuno “che fai nella vita?” Ascoltava e sorrideva.
Alla fine ci disse “Studiate, preparetevi bene, il nostro Paese ha bisogno di voi, ma mi raccomando, studiate!”.
Poi sono passati gli anni a decine, e siccome è più facile semplificare, generalizzare, dimenticare……
Chissà se qualche riflessione e distinguo in più, ci avrebbe evitato l’imbarbarimento in cui siamo piombati.
Iraida(Annamaria Sessa)


15 responses to “Un uomo piccolo e schivo, un gigante di umanità ed onestà intellettuale che non dimenticherò mai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: