El reloj de arena

clessidra2
…………………………….
…………………………….
C’è un gusto nell’osservare l’arcana
sabbia che scivola e che declina
e che, sul punto di cadere, vortica
con una fretta che è del tutto umana.

La sabbia d’ogni ciclo è la medesima
e infinita la storia della sabbia;
così, sotto la tua gioia o il tuo dolore,
l’invulnerabile eternità si inabissa.

La sua caduta non si arresta mai.
Io, non il vetro, mi dissanguo. Il rito
di decantare la sabbia è infinito
e con la sabbia ci scappa la vita.

Nei minuti della sabbia mi sembra
di sentire il tempo cosmico: la storia
che chiude nei suoi specchi la memoria
o che il magico Lete già ha dissolta.

La colonna di fumo e quella di fuoco,
Cartagine e Roma e la loro aspra guerra,
Simone Mago, i sette piedi di terra
che il re sassone offre al norvegese,

tutto trascina e perde questo instancabile
filo sottile di sabbia numerosa.
Non mi salverò io, fortuita cosa
di tempo, ch’è materia così friabile.

Jorge Luis Borges
dalla raccolta “El Hacedor” 1960


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: