Amori amari

amoriamari
Cinque,
o dell’indifferenza dei padri.

– E basta che pigi questo tastino, vedi?
– Vedo
– E comincia a scaldare

Tasto pigiato. Il forno a microonde manda
una corrente d’aria e sussurra. Il piatto gira.

– Gira!
– Sì. Appena scatta il timer pigi lo stop. Ok?
– Ma….
– Cosa?

Un raggio di sole, tramonta, un
raggio di sole dalla finestra, dritto negli occhi.
Lei li chiude un po’. Poi li riapre e guarda suo
Padre che la fissa.

– Che c’è? Qualcosa che non hai capito? E’ facile
– Ma tu
– Io cosa?
– Ma tu hai gli occhi verdi!
– Papà!

Lucia Piombo
Da “Amori Amari” Matisklo Edizioni

Quale potere ha la poesia!
Leggi e rileggi queste righe e, tra dialogo e pause, percepisci il detto e il non detto di una vita intera tra un padre e una figlia. La Poesia ha questo di magico: indaga il dolore, lo rallenta, lo libera, trasfigurando ogni moto dell’animo, anche un vecchio risentimento, trattenuto in fondo all’anima e alla memoria.
Alla fine c’è amarezza e rimpianto ma tra tutti, il senso che emerge è, comunque sia, una tenerezza infinita. Iraida

Annunci

2 responses to “Amori amari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: