Ce n’è abbastanza per questa notte d’autunno….

Controvento

GezaVandor-RainyNightattheParisOper
Ce n’è abbastanza
per questa notte d’autunno
che piove sul sonno e sui sogni
e sospesi noi siamo
come in una sala di seconda classe
o nel cortile antico dove s’apriva l’alba
mia, tua, della specie o di chi sa chi
che perduto fra le nuvole barocche
fra sonno erra e risvegli
come al richiamo della foresta
o della luna
mentre fermi noi siamo
sul ciglio della strada
a dirci parole
che come sogni ci sfiorano la pelle
e lieve si fa tutto e tutto è un soffio
ora che dentro t’amo come si ama il sale la sabbia e l’acqua
e ce n’è abbastanza
per assaggiarla la vita

come si mangia un’ostrica
e sopra ci bevi champagne
ma quello giusto
quello secco
che ti fa sentire dov’è il tuo cuore
e come tenere si fanno le cose
se fra le dita senza fermarle le lasci passare

lasci che vadano…

View original post 23 altre parole

Annunci

2 responses to “Ce n’è abbastanza per questa notte d’autunno….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: