La direzione delle cose

8381193_orig
La mano sulla sveglia ferma la notte
nel tempo che ancora ci prendiamo.

La tapparella taglia i contorni.

L’acqua nel termosifone è l’inizio
del giorno, le cose da fare.

Se dico ciabatte, armadio, servomuto,
so come arrivare alla porta.

La direzione delle cose é nelle parole
che dico, ma esiste prima.
Quando mi colpisce, cerco parole
per dirla, ma spesso non bastano.

Forse nel buio le cose
hanno una loro intelligenza
perché sono più di quello che siamo.

Roberto Cescon, Pordenone 1978
da “La direzione delle cose” 2014


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: