“Le navi sono tranquille e sicure nel porto ma non sono costruite per rimanere lì”.

227440df2428b58292ed3f399eb02be4
Nella foto, in camice rosso mio figlio Gabriele, partito con la 14° Missione in Bangladesh con l’Interethnos Interplast Italy – 3i, associazione di volontari in chirurgia plastica ricostruttiva che organizza spedizioni nei paesi in via di sviluppo, dove mancano le più elementari strutture sanitarie.
Il loro motto è:
“the boats are save in the harbour, but they are not made to stay there”

“le navi sono tranquille e sicure nel porto ma non sono costruite per rimanere lì”

Per loro che sono medici vuol dire: “non restare fermi nel porto, comodi nelle proprie case, ma andare dove la necessità chiama per offrire tempo e professionalità”
Iraida (Annamaria)


10 responses to ““Le navi sono tranquille e sicure nel porto ma non sono costruite per rimanere lì”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: