Hiba, il dono.

images

 

                                         (Alle tante Hiba che il mare ha ingoiato)

 

Stesso parco, stessa altalena,

la stessa età di mia nipote.

Cinque anni e mezzo,

due treccine nere e una parlantina rapida e vivace.

“Hiba” mi dice

“mi chiamo Hiba.

Tu lo sai cosa vuol dire in arabo il mio nome?” 

e mi rapisce subito con i suoi occhi nerissimi e magnetici.

“Vuol dire dono, mi dice, dono.

Così mi ha chiamata mio padre

quando sono nata” 

Mi  parla della sua terra, del nonno lontano

che ha una mucca con, dentro il pancino, il suo piccolo.

Il suo sguardo si incupisce

Volevo tenerlo in braccio...”

E continua

“Lo sai che la mia casa era vicina al mare?

ogni giorno andavamo sulla spiaggia, ma è grooooooonde, sai!!!”

Dice “grande” con un forte accento francese.

La “erre” che vibra

e la “a” che è una “o”

sulla quale insiste con una voce,

carica di malinconica nostalgia.

E allarga più che può le braccia

e guarda il cielo Hiba,

Hiba, il “dono”.

(Annamaria Sessa)

Annunci

2 responses to “Hiba, il dono.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: