E forse era questo da mettere nel conto….

tumblr_lwfze4dylE1r1vfbso1_500
LX
e forse era questo da mettere nel conto
che qualcuno sempre ti chiedesse
maestro, ma perché le cose
sono sempre in disordine
e di là dal mare
che c’è mai se non altro mare
ed altra terra
e labbra da baciare
senza batticuore e senza sale
così per farlo e basta?
e forse era questo da mettere nel conto
che un giorno dopo l’altro
avremmo costruito assieme passaggi a nord est
e punti luce da dormirci tranquilli la notte
e pelli lucide di serpente
e stelle che per darle un nome o farle
a piedi bisogna andarci sulle stelle
come da un capo all’altro dell’isola
dove i venti sono burrasca
due volte due al mese
e sono i capperi a raccontarti
che è facile parlare con gli occhi e con le mani
mentre raccogli conchiglie
mentre senti che là
i venti sono burrasca
due volte due al mese.

Emilio Piccolo,  Acerra  13 5 1951 – 23 7 2012

da “Les arrangements”


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: