Assenzio

tumblr_mcmhcubLvp1qaxmg0o1_500

La deserta stagione
nell’acqua dei cortili
le sue gioie scompone
precipita dai clivi.
Verso i monti delle alpi
torna azzurro ed assenzio
di venti, torna ai campi
la sagra del silenzio.
E il tuo freddo rimpianto
sta sui vacui confini
contro il porpureo vanto
dei mosti e dei giardini
mentre l’astro crudele
dalle attardate sfere
rigèrmina e fedele
cresce nel suo potere.
Sigillo augusto, degna
fine, voto profondo,
spada che a morte segna
per sempre il cielo e il mondo,
delle tenebre alunno
che impietrisci l’aurora!
Nell’ombra dell’autunno
il chiuso bosco odora.

 

Andrea Zanzotto.

Pieve di Soligo 10 ottobre 1921, Conegliano 18 ottobre 2011
 ______________________________________

Oggi piove una pioggerellina leggera

sottile e silenziosa.

Nel pomeriggio, dal giardino

salivano profumi legnosi,

misti alle fragranze degli alberi di limoni

degli aranci e del rosmarino.

Ho cercato una poesia  in un vecchio libro e

ancor prima di leggerla,

mi è sembrato che quelle piste

di righe e spazi bianchi

mi chiedessero

“che cerchi?”

Ad alta voce ho risposto

“l’autunno scorso

e quello venuto prima

e poi quello di due anni fa

e indietro ancora, i numerosi autunni

sempre più lontani  

che si sono perduti nella mia memoria

e nel passato,

il mio passato”

  

Annamaria Sessa

Annunci

2 responses to “Assenzio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: