Pendìo

tumblr_my8zt8BTqy1rcicodo1_400

 

Che bello sapere di non essere più giovane,

mi succede di dirmi

nei pochi momenti in cui

mi ricordo

di non essere più giovane.

Si tratta di quei momenti in cui

scivolo come su una buccia di banana

sul marciapiede ricoperto dalla melma del futuro

e presa dalla disperazione vorrei fermarmi,

perché tutto è incomprensibile se non accetto l’ idea che la strada

è sempre più pericolosamente in pendìo.

 

Ana Blandiana, Timișoara, 25 marzo 1942
da “La mia patria A4” Nuove poesie
Traduzione di Mauro Barindi.


2 responses to “Pendìo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: