Abbandoni

letto_sfatto

 

Apposta quando mi hai piantato

non hai preso

il segno che ha lasciato

la tua testa

sul cuscino?

 

Eppure

nel nostro amore confidavo

quanto nell’orologio

al molo dei battelli,

o alla stazione dei treni.

 

E come te,

anche mia madre mi aveva abbandonato

e sta  nell’ombelico

il segno,

lasciato

dalla sua mancanza.

 

Sunay Akin

Trabzon, Turchia 12 settembre 1962 

Da AntiQuori, Fermenti 2005,

a cura di Laura Rotta e Giampiero Bellingeri

Annunci

One response to “Abbandoni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: