Grondai così dalla parola

220px-Nelly_Sachs_1910

 

Grondai così dalla parola:

un frammento di notte

a braccia spalancate

una bilancia solo

per soppesare fughe

in questo tempo stellare

calata nella polvere

impressa d’orme.

E’ tardi ormai. Ciò che è lieve mi lascia

e ciò che è greve

già vanno via le spalle

come nubi

braccia e mani

libere nel gesto.

Molto scuro è sempre il colore del ricordo

Mi riprende così

la notte in suo possesso.

 

Nelly Sachs 

Berlino  10 12  1891 – Stoccolma 12 5 1970

 

Di origini ebraiche, nel 1940 dovette fuggire dalle persecuzioni, alla volta di Stoccolma. La vita, però,  con lei non fu generosa: perse  quasi tutta la sua famiglia, negli anni cinquanta fu molte volte internata in ospedali psichiatrici per una grave malattia mentale e sottoposta a varie sedute di elettroshock. Negli anni 60 si recò in Germania e a Parigi, dove fu ospite per un lungo periodo dell’amico Paul Celan. Nel 1966 ebbe il premio Nobel per la letteratura.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: