Sottovoce

tumblr_ma97qrxSvO1r3wk1zo1_1280

 

…………………………………………………

II

com’era Dio

Adamo

di che colore aveva gli occhi

com’era il timbro della sua voce

 

ti abbagliava forse

lo splendore della sua presenza

volavano forse intorno a Lui

i suoi angeli custodi

succhiando i contorni della sua luce

o restavano immobili per aria

con la fiamma della spada guizzante

tra le mani

 

e gli uccelli le piante le belve

danzavano o si piegavano

sotto un vento burrascoso

in una specie di sacra genuflessione

 

avevi paura di vederlo

dico

prima di mangiare dall’Albero della Vita

o ti allietavi con Eva

quando passeggiava nel Giardino

alla brezza del giorno

 

dimmi

allora

Padre fratello mio

come si può vivere in sua assenza

come bisogna amare

in queste periferie dell’Eden disabitate da Dio

 

Osvaldo Sauma, Costa Rica 1949.
dall’antologia “Utopia del solitario”
traduzione di Zingonia Zingone

 

Annunci

One response to “Sottovoce

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: