La poesia ha oli per lucidare la parola…

113319858-a05303f8-84a5-4294-83c6-71daeca0793d

Su un muro ad Aleppo, i versi del poeta  Nizar Qabbani  dicono:

“Amami… lontano dalla terra della repressione, lontano dalla nostra città sazia di morte” 

 

 

 

La poesia ha oli per lucidare la parola.

E’ più untuosa della vita

e lascia macchie

che portiamo senza meritarcele.

Brucia.

E’ il movimento della propria opera

e restituisce 

il passato al suo passato.

 

 

Juan Gelman

Buenos Aires, 3 5 1930 – Città del Messico, 14 1 2014

da “Valer la pena”

 traduzione di Laura Branchini

 

E  qual è l’opera della Poesia? 

[….] il mestiere del poeta è presente alla pari fra tutti gli altri, muratori, contadini, operai, insegnanti: ciascuno con i suoi attrezzi è all’opera nel mondo, per farlo essere il luogo della buona sorte (la dicha) e del sogno, e se anche il mondo non potrà esser cambiato, men che meno dalla poesia, la resistenza è però il gesto irrinunciabile e positivo di un’umanità che conosce l’orrore della prepotenza e non lo accetta, lo contrasta invece attraverso la libertà dell’immaginazione e della solidarietà, attraverso l’alto oficio del canto e della pietà […]

Laura Branchini

Annunci

6 responses to “La poesia ha oli per lucidare la parola…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: