Se mi chiamassi, sì, se mi chiamassi…

16629238737_ef374247d3_z

 

Se mi chiamassi, sì,

se mi chiamassi. 

Io lascerei tutto, 
tutto io getterei: 
i prezzi, i cataloghi, 
l’azzurro dell’oceano sulle carte, 
i giorni e le loro notti, 
i telegrammi vecchi 
ed un amore. 
Tu, che non sei il mio amore, 
se mi chiamassi! 
E ancora attendo la tua voce: 
giù per i telescopi, 
dalla stella, 
attraverso specchi e gallerie 
ed anni bisestili 
può venire. Non so da dove. 
Dal prodigio, sempre. 
Perchè se tu mi chiami 
– se mi chiamassi, sì, se mi chiamassi – 
sarà da un miracolo, 
ignoto, senza vederlo

 

Pedro Salinas .  Madrid, 27  11  1891 – Boston, 4  12  1951

da “La voce a te dovuta” 1933

traduzione di Emma  Scoles

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: