…e l’ho dimenticata

ultima-foglia

 

 

 

Appena seduto, ho dimenticato cosa volevo dire.

Fuori il vento  che irrompe tra gli alberi rigidi

come strappi nella stoffa.

Il ronzìo annoiato di una falciatrice

smorzato e inondante, cavallo bianco immobile nel prato vicino,

nessuna parola nell’orecchio, nessuna parola sulla punta della lingua.

E’ laggiù, credo,

tra i fiori e appesa al vento e fra gli uccelli in volo,

e l’ho dimenticata,

foglia secca su un secco torrente….

 

 

Charles Wright, Pickwick Dam,Tennessee 1935.

da “Buffalo Yoga” 2004, in “Breve storia dell’ombra”

a cura di Antonella Francini

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: