Lentamente s’insera

Processed with VSCO with a5 preset

 

Lentamente s’insera. Le cicogne sono tornate. 
Fra poco si va in balera. Nei dintorni, 
fra le risate, sospiri si schiudono nell’aria. 
Abbaia un cane su, sulla collina, 
accompagnando la sera straordinaria.
In casa, come sempre, profuma di mele cotogne. 
Sbattono le ali e i becchi le cicogne. 
La brina s’è calata dalle vette, tagliando il respiro
a fette a fette. Sale un odore forte di campagna 
e di letame fresco. La notte si sbottona mentre esco 
sulla strada stagna. La luna s’è arrampicata 
sul palo della luce, crepando falle nel buio 
imminente: per ordine del sindaco le lampade 
son spente. A uno a uno escono i ragazzi, 
compagni di sballo e di sventura: quanto 
eravamo bravi e quanto pazzi per quel 
sperduto mondo tra le mura 
alzate dagli ottusi ed ignoranti condottieri!
Ma che c’importa? La frescura snoda i denti 
e le gambe e scopre i misteri ancestrali 
addormentati nei cuori contadini, 
e ci accingiamo tutti a ballare e a bere vino
per dimenticare. Sospirano nel buio i violini. 

 

Viorel Boldis, 

da  “Da solo nella fossa comune”

Viorel Boldis è nato a Oradea (Romania) nel  1966 ma dal 1995 vive e lavora  in Italia. Ha pubblicato diverse raccolte di poesie e vinto numerosi premi letterari.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: