…..questo è il tempo della piena sufficienza del riso

oldtimer-166531__340

 

Sono disteso sul sedile accanto al finestrino

e sonnecchio, e leggo una pagina  o due, e sonnecchio

e sento l’aria vicina come un’acqua sopra di me

grandi ondate d’aria solatia che baciano e battono

con un piccolo rumore, monotono e dolce

contro il finestrino e il profumo di freschi,

fragili fiori di qualche scuro stagno zuppo di rugiada

mi possiede dalla testa assonnata ai piedi.

 

Questo è il tempo della piena sufficienza del riso

contro le cose idiote che uno ha fatto,

e non c’è il passato neppure un vago futuro.

E tutto il tuo corpo si stira nel sole

e sorseggia la luce come una liquida cosa,

pieno di languore divino della tarda primavera..

 

Stephen Vincent Benet

Bethlehem 22 7 1898 – New York 13 3 1943

traduzione di Emilio Capaccio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: