The little drop of poison

 

 

Tom Waits sta cantando little drop of poison,

ma io ho da fare. Ho da costruirmi un cuore

e un mondo dove poter essere così vigliacco

da avere un cuore.

Ho da fare sandwich di realtà

e prendere le notti a credito.

Gli altri penseranno che io sia cambiato

ma io sarò sempre lo stesso.

Sarò l’uomo dei Tatuaggi, quello che si alza all’alba

per misurare a che punto è la sua idiozia.

Sarò il pesce rosso con ottocento bulloni

che s’arrampica sulla torre eiffel.

Sarò quello che tu vuoi, come tu mi vuoi.

Ma è il fatto che non trovo mai il tempo

per costruirmi questo cuore nuovo,

su misura e che sia gradito à tout le mond.

Un cuore da sostituire al primo infarto.

Un cuore da appendersi al petto come un catetere.

Non sarà la fine della violenza,

non ci sara nessuna notizia dal pianeta

che ci rassicuri se c’è la rivoluzione, o la restaurazione,

non ci sarà granché da ridere o da piangere.

Il fatto è che si dicono un sacco di cose:

come trent’anni fa, quando l’era della felicità era lì.

Ora siamo in quella dell’Acquario,

solo un po’ più vecchi, un po’ più.

 

 

Luther Blissett, eteronimo di Emilio Piccolo

Acerra 13 5 1951 – Acerra 23 7 2012

da “Beatrice. My heart is full of troubles”

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: