La poesia tu non puoi misurarla se non con la tua propria misura… (N.Z)

 

tumblr_ltxjieadyd1r3y2nqo1_400

 

Io non so che cosa dicano. So che dietro le parole

si nascondono altre parole, e che ci sono parole belle

che rimano

e altre che calmano. E che ci sono parole tali

da fare a pezzi la notte

ma non sono allora più parole, sono schegge oppure

forme di parole. Un ronzìo fatto di nulla,

note marginali al mondo

di un uomo che cammina in una notte crivellata di schegge.

C’è sempre qualcosa da lasciare dietro….

 

Natan Zach, poeta israeliano nato a Berlino nel 1930

da “Sento cadere qualcosa” in Poesie scelte 1960 – 2008

Traduzione di Ariel Rathaus

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: