Temporada

j m latorre con GIMP

 

 

Eccola la tempesta

è già nell’aranceto

tra i suoi pomi, le sue rame.

Furente il gelsomino

a sprazzi in quella raffica

acuisce il suo profumo

esacerba il suo richiamo.

E’ tutto in agonia il giardino

che lui dal padiglione sfiora appena

con i suoi occhi sultani

adusati  alle stagioni

ai loro inganni, consci

dei molti rimescolamenti

dell’unico principio. Ibi ipse est.

 

Mario Luzi

da Poesie ultime e ritrovate (1994 – 2005)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: