“e gli anni sono passati come libri che ho letto” J.G. De Biedma

10257227_888917021137499_6026048937138988371_n

Il mio ricordo erano immagini,

in ogni istante, di te:

quella espressione e una sfumatura

dei tuoi occhi, qualcosa di soave

 

nell’intonazione della tua voce,

e i tuoi sbadigli furtivi

di levriero che la notte

ha mal dormito nella mia casa.

 

Tornare, passati gli anni, 

verso la felicità

per trovarsi e ricordare

che anch’io sono cambiato.

 

 

Jaime Gil de Biedma
Barcellona 13 11 1929 – Barcellona 8 1 1990

da “Moralità” in  Antologia Poetica (1953 – 1981)

traduzione mia

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: