Il volto

man-ray-kiki-con-maschera-africana-fdb53ec1-3270-4e13-9b7d-47756adcdc42

Ho cercato di cancellare il mio volto
con l’acqua, ma lui persiste,
ha l’ostinazione
di quelli che sperano di trovare
il loro posto tra la folla;
l’ho esposto al vento,
all’ardente sole
e alle ombre notturne,
ma i tratti del mio viso
rimangono;
vado per il mondo
con i miei gesti più intimi
a volte mostrando quel che sento,
scoprendo un certo angolo del petto
dove alloggia una tristezza,
o la gioia che arrivò smarrita fino ai miei occhi;
altre volte, la maggior parte, vado con il viso
di cui gli altri sentono il bisogno;
ho lasciato in specchi successivi
le orme degli anni,
ma è sempre lo stesso volto
che si ostina a restare sopra i vetri;
se a nessuno interessa,
se per tutti è un viso anonimo,
se solo esiste perché gli altri
vi trovino i propri gesti veri,
che senso ha allora
che pretenda di affermare la sua identità.
 

 

Waldo Leyva, Cuba 1943

da “Una goccia di luce inafferrabile” 

traduzione e cura di Emilio Coco


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: