Archivi tag: A. Berardinelli

La poesia non si spiega

tumblr_m9l3ubqdNV1qhgyl1o1_400
“La lettura [della poesia] è un atto anarchico. L’interpretazione….che pretenda di essere la sola giusta….è sempre un gesto autoritario…”
Hans M. Enzensberger
da “Che noia la poesia” di Hans M. Enzensberger e A. Berardinelli

Faccio fatica ad ammetterlo, insegno da 37 anni ma è così: la scuola uccide la Poesia. Io la penso come Enzensberger: le poesie sono state scritte per essere lette, non studiate. In questo blog, mi sono occupata di questo argomento Qui oppure Qui, citando la poesia di Billy Collins. La vivisezione di una poesia è uno scempio che  ha annoiato ed annoia a morte generazioni intere di studenti. E ciò avviene perchè, quello che dovrebbe essere il momento più importante e cioè il piacere della libera lettura, viene messo in secondo ordine, se non addirittura trascurato, rispetto allo studio disciplinato: biografia dell’autore, analisi strutturale, metrica, sintattica, interpretazione semantica etc etc…
Io credo che, nella lettura di una poesia, nessuno possa togliere a chi legge, la libertà di prendere una frase o una parola che gli piace e scartare tutto il resto, di trarre conclusioni che non erano neppure nella testa dell’autore, di esaltarsi o di annoiarsi…. leggere è un atto “anarchico”
Nel libro che ho citato sopra, c’è una citazione del poeta W.H.Auden che trovo giustissima “Per imparare a leggere bene, l’erudizione vale meno dell’istinto…Il piacere è ben lungi dall’essere una guida critica infallibile: è però la meno ingannevole”.
Iraida (Annamaria Sessa)


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: