Archivi tag: CARLOS TRUJILLO

Domenica di sole

num015laurenzi7
Quando il sole ci batte addosso è giorno festivo
Abbiamo conservato per tanti secoli i sorrisi
che nelle domeniche di sole
essi s’allargano come uccelli che spiccano il volo
e rimangono lì, fissi, volteggiando
senza pensare a nulla, come vuoti gusci di uovo.
Bambini anche gli occhi
non smettono di sorridere
quando il cielo s’apre e diventa una finestra
da dove passano un’aria e una luce
che arrivano giù direttamente dal cielo.
Sorride tutta la foto cantando i nostri nomi
e il sorriso è aria
il sorriso è volo
e persino la vita si trasforma in un giorno di festa
con la camicia bianca e ben stirata
come pregando qualcuno
affinché le domeniche di sole
siano il nostro pane quotidiano.

CARLOS TRUJILLO. Castro, Cile 1950
da “Nulla resta indietro” 2007*

*il libro “Nulla resta indietro” è il frutto del lavoro congiunto del poeta Trujillo e del fotografo Milton Rogovin, un libro in cui il poeta ed il fotografo raccontano una terra, un popolo, i suoi costumi, anche attraverso le trasformazioni che il tempo ha apportato ai luoghi, ai volti…
Parole e immagini dunque, come in un libro del 1966 in cui le fotografie di Rogovin e una scelta di poesie di Pablo Neruda raccontano il Cile di quegli anni.
Parole e immagini…..
“Vanno la fotografia alla parola
e la parola alla fotografia
come l’anfora all’acqua..” così Trujillo in una delle poesie del libro

(la foto di Rogovin ritrae una famiglia cilena in una giornata di festa, inondata dal sole)


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: