Archivi tag: Dante

Viviamo la vita come stelle, stelle senza costellazione (C.Wright )

tumblr_m7u478z0bh1qish5yo1_500

 

 

Notte chiara dopo quattro giorni di pioggia,

luna spazzolata e sbiancata, per tre quarti piena. Ritmo arterioso di luci terrestri e costellazioni.

Ho parlato d’una cosa per trent’anni,e l’ho detta e ridetta,vento come grosse mazze negli alberi –

voglio dire l’immobile puntino nel punto in cui tutte le cose

s’incontrano;

voglio dire la forma che muove il sole e le altre stelle.

Che droga siderale abbiamo!

L’immensità ci riempie

come alba di luna nel cielo notturno, il buio scompare,

i mondi si smorzano, nulla ci redime,

e siamo ancora fuori a guardare lassù

a guardare i cieli lassù……

 

 

Charles Wright, Pickwick Dam,Tennessee 1935.

da “Orsa nordamericana” 2000, in “Breve storia dell’ombra”

 

a cura di Antonella Francini

Tra questi versi ci si sente persi e sparsi come piccoli puntini in uno spazio senza confini. L’immensità, come l’infinito leopardiano ci ubriaca ( che droga siderale!) e il tutto e il nulla sembra svelarsi a noi. Ma (nulla ci redime). Forse l’unico paradiso, che ci è concesso di vivere, è qui sulla terra?

La citazione, in questo caso l’ultimo verso della Divina Commedia, è un tratto caratteristico della poesia di Wright ed è un riconoscimento alla tradizione: Dante è un punto di riferimento costante.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: