Archivi tag: Elegie duinesi

Siamo qui forse per dire: casa, ponte, fontana, porta, brocca, albero da frutto, finestra, – al più: colonna, torre …

pensiero-di-rainer-maria-rilke

[…] Tuttavia perché molto è essere qui, e perché questo
luogo sembra aver bisogno di noi, questo luogo effimero
che ci riguarda. Di noi, i più effimeri di tutto
Ogni cosa una volta, una volta soltanto. Una volta e mai più.
Ed anche noi una volta. Mai di nuovo. Ma questo
essere stati una volta, pur solo una volta:
essere stati terreni, appare inappellabile […]
Elegia IX

Rainer Maria Rilke, Praga, 4 12 1875 – Montreux, 29 12 1926
da “Elegie duinesi” 1912

” Guarda, gli alberi sono; le case/che noi abitiamo, esistono ancora./ Noi soli scorriamo avanti a tutto, come aria che si rinnova” così dice Rilke nella seconda elegia. E tuttavia “essere qui” e non semplicemente “esserci”, sottolinea l’irrevocabile legame tra l’uomo e il mondo, l’unicità della vita di ogni essere umano, a cui è dato di “essere qui” una volta soltanto. Una volta e mai più .
essere qui è magnifico dice nella settima elegia. Ma perchè? forse c’è bisogno dell’uomo perchè il mondo comprenda se stesso. C’è bisogno dell’uomo che, con il cuore e il linguaggio, senta e nomini le cose del mondo. Così, sempre nella nona elegiaSiamo qui forse per dire: casa,/ ponte, fontana, porta, brocca, albero da frutta, finestra; /al più colonne, torre…ma per dire, comprendilo,/ oh, per dire così, come mai le stesse cose capivano d’essere intimamente”
Iraida (Annamaria Sessa)


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: