Archivi tag: inappartenenza

Particelle elementari.

tumblr_mc9ufgPoVY1r71b95o1_500
A volte penso che siamo diventati come le foglie di Stevens, incapaci di trascendere noi stessi.
E’ sempre più difficile immaginarci parte di un tutto e ogni grido “riguarda qualcun altro” e alla fine “non riguarda più nessuno” Iraida.

Il corso di un particolare

Oggi le foglie gridano. Pendono dai rami che il vento agita.
Eppure il nulla dell’inverno si annulla leggermente.
È ancora pieno di ombre gelide e neve modellata.
Le foglie gridano. Ci si ritira, ci si limita a ascoltare.
È un grido assorto e riguarda qualcun altro.
Ma per quanto si dica che uno è parte di tutto
c’è un conflitto implicito, c’è una resistenza;
essere parte è uno sforzo che declina:
si sente la vita di ciò che dà la vita così com’è.
Le foglie gridano. Non è un grido
di attenzione divina, il fumo di eroi tronfi o un grido umano.
È il grido di foglie che non trascendono se stesse
In assenza di immaginazione, senza significare più di ciò che sono
nell’ultima percezione dell’udito, nella cosa stessa,
finché il grido, alla fine, non riguarda più nessuno.

Wallace Stevens
(Reading, 2 ottobre 1879 – Hartford, 2 agosto 1955)

Da The Auroras of Autumn 1950.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: