Archivi tag: Philip Larkin

La casa

 

tumblr_nrc8d7eMjP1srtrz6o1_500

 

La casa è così triste. Resta come fu lasciata,
adattata ai bisogni di chi per ultimo partì,
come volesse richiamarlo. Invece, senza
qualcuno a cui piacere, appassisce
e non ha cuore di scordarsi il furto,

di tornare come al suo principio,
tiro gioioso alla vita che vorremmo,
caduto fuori centro. Guarda com’era:
osserva le foto e le posate;
la musica nel panchetto del piano. Quel vaso.

 

Philip Larkin, Coventry 9 8 1922 – Londra 2 12 1985

da ” Poeti della malinconia”

a cura di Biancamaria Frabotta 

Annunci

Begin afresh afresh afresh…….

tumblr_mla8w8jOaJ1qhgyl1o1_500
GLI ALBERI
Sugli alberi spuntano le foglie
come qualcosa che sta per essere detto;
i germogli freschi si allentano e si distendono
in una verdezza simile al dolore

Forse quelli nascono di nuovo
mentre noi invecchiamo? No, muoiono anche loro.
Il trucco annuale di apparire nuovi
è scritto in fondo a venati anelli.

Eppure si dibattono, inquieti castelli
ancora grandi e folti a ogni maggio.
Morto è l’anno passato, sembrano dire,
e s’incomincia di nuovo e daccapo ancora.

Philip Larkin, Coventry 9 8 1922 – Londra 2 12 1985


….più che parole vengono in mente finestre in alto….

6290260251_2f6ab235ca_b
Finestre in alto

Quando vedo una coppia di ragazzi
e immagino lui che scopa lei e lei che
prende la pillola o usa il diaframma,
so, questo è il paradiso
che ogni vecchio ha sognato tutta la vita –
gesti e legami messi da parte come
una sorpassata trebbiatrice,
e ogni ragazzo giù lungo lo scivolo
alla felicità, all’infinito. Mi domando
se qualcuno guardandomi quarant’anni fa
abbia pensato: ecco, quella è la vita;
più nessun Dio, o tremore la notte
per il buio e l’inferno, o dover nascondere
quel che pensi del prete. Lui e il suo destino
andranno giù, lungo lo scivolo
come rossi, liberi uccelli.
E subito
più che parole vengono in mente le finestre in alto:
il sole che il vetro ricomprende,
e, oltre, l’aria azzurra fonda che mostra
niente, ed è in nessun luogo, ed è infinita.

Philip Larkin
Coventry, 9 agosto 1922 – Londra, 2 dicembre 1985
Traduzione di Viola Amarelli e Abele Longo


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: