Archivi tag: Raffaele Piazza

…vicino a questo mare che continua

tumblr_o74qheKzja1turrjgo1_500

 

Le ore passate a guardare
la perfezione dell’acqua del mare,
si scivola lungo l’infinità del sentiero
dei sogni e delle veglie
per giungere all’azzurro degli scogli
leggeri a corrodersi al vento animato dalla salsedine,
osservi le ombre tese degli alberi
giungere alla dissoluzione
del tempo serale con un raggio di sole
aranciato che grida vita vegetale
da trasformarsi per noi in liquida
armonia di pensieri che si riproducono
esatti e stampati da una mente con il materiale
degli anni attraversati come foreste dense di senso.
Il presagio di un pomeriggio passato
con l’acquario di pesci
corallini nella camera con le loro tinte
si fa naufragio in questo mistico mattino di lavoro,
si attendono le onde taglienti delle idee
nelle pareti della mente,
una nuova vita oltre la città e la campagna,
un respiro ad angolo con un frammento di tempo,
simile ad un residuo di mosaico parietale
su un rudere vicino
a questo mare che continua.

 

Raffaele Piazza , Napoli 1963

da “Del sognato”


….come un biglietto per la vita

compleanno-chagall
1984
Sera di primavera a sorgere dietro i vari
strati dell’aria a sorgere ed incielarsi il sogno
dell’arancia
a striare il cielo nella camera
escono i bambini dalle comete della scuola:
parole esatte tagliano gli attimi:
segnali, segnali: lì è la vita, la trasgressione minima
nel numero di telefono,
tenerezze in erotismo.

Si chiama Alessia, percorre l’ufficio,
lui si avvicina alla meta come un biglietto
per la vita: lei prende la penna rosa e gli scrive sulla pelle.

Raffaele Piazza
da “Del Sognato”
Biografia su Fili d’aquilone


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: