Archivi tag: Viola Amarelli

non sei le cose, falle andare

tumblr_n1o9i6HMhV1s2geroo1_500

 

 

le cose non vanno come dovrebbero
come vorresti, piuttosto, dillo
non sei le cose

falle andare, resta amato un attimo
la stria di catrame degli stradini
roventi di sole al calore

la striscia di sangue, peonia su gambe
le cose la cosa che dici
che parli che ignori, non vedi
la tocchi

partirono in tanti, arrivano in molti
ricambio dell’aria al riciclo
gli affetti, silenzi che abbracciano
culle, risate nei grappoli
beata lussuria di buio e di acqua,
le aringhe
sul Baltico, il freddo, corrente
il geyser e la lava, l’hai vista?
l’hai detta?

che spreco di suoni, stramazzo
noi oche
le cose non vanno, si fermano,
splendono
e piangono

 

Viola Amarelli

da”Il cadavere felice”

 


Amnesie

Anche oggi a parlare di donne è una donna! e lo fa tra il serio e l’arrabbiato ma soprattutto con ironia. Eh sì,  nessuno meglio delle donne  sa  ridere di se stesso e dei propri guai!!

mannequin1

 

Cazzo, abbiamo studiato, letto saggi e tesine,

scritto dissertazioni, zeppe di citazioni e
d’ironia edotte viaggiando in lungo e in largo

abbiamo anche lottato per un posto in palestra
per un look più adatto, fissati i punti g
pianificati ombretti, prese tutte le pillole

si è persino deciso: sedurre, quanto basta,
abbandonando spesso, senza metterci il cuore
senza il becco di un soldo, senza il lusso di figli,

tutto per essere, insomma, una persona, cazzo,
quello che sognavamo, anni di allenamento
a diventare neutre, fidando noi in noi stesse

mentre per tutti quelli intorno/addosso/sopra
rimanevamo donne, nel cuore del problema
che resta, ci hanno detto, se darla,
a quale prezzo.

Viola Amarelli

da Le nudecrude cose e altre faccende 2011


amnesie

mannequin1

 

 

Cazzo, abbiamo studiato, letto saggi e tesine,

scritto dissertazioni, zeppe di citazioni e
d’ironia edotte viaggiando in lungo e in largo

abbiamo anche lottato per un posto in palestra
per un look più adatto, fissati i punti g
pianificati ombretti, prese tutte le pillole

si è persino deciso: sedurre, quanto basta,
abbandonando spesso, senza metterci il cuore
senza il becco di un soldo, senza il lusso di figli,

tutto per essere, insomma, una persona, cazzo,
quello che sognavamo, anni di allenamento
a diventare neutre, fidando noi in noi stesse

mentre per tutti quelli intorno/addosso/sopra
rimanevamo donne, nel cuore del problema
che resta, ci hanno detto, se darla,
a quale prezzo.

Viola Amarelli

da Le nudecrude cose e altre faccende 2011


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: